mercoledì 29 febbraio 2012

oggi sono io

mi dicono che sono cambiata
che non mi riconoscono più
a volte anch'io non mi riconosco
poi però penso che ogni giorno si cambia
perchè siamo in continua evoluzione
tutti lo siamo
siamo la somma delle cose che ci capitano
siamo le scelte che facciamo
ogni giorno
nel bene e nel male
e a me, questa qua che sono adesso, non mi dispiace

mi piace che invece di affondare nella buca sul divano, vada in giro a camminare
mi piace che invece della tele, preferisca i libri
(ok, a volte mi piacciono anche i film...mannaggia a me e alle storie!)
mi piace che per tanti versi sia più libera
libera di fare
e di dire
quando magari prima ero più preoccupata a piacere
libera dalla me stessa coi paletti
e mi piacciono anche alcuni paletti, di cui ho deciso di non liberarmi
e mi piace la me stessa che ride forte
(quella la devo ritrovare, però) (ma c'è! sono sicura)
....
e nei cambiamenti, c'è ancora la bambina coi ciuccetti
quella di "ventinove"
c'è l'adolescente
c'è la figlia
c'è l'amica
c'è la moglie
c'è l'amante
c'è la madre
....
e c'è la donna

questa sono io...oggi

venerdì 24 febbraio 2012

sabato 18 febbraio 2012

sdrusci a colazione

prendi questi
 mettili qui 
impasta fino a ottenere questo
stendi
taglia
friggi
fino a cottura
condisci con zucchero a velo o zucchero e alchermes
mangia!

venerdì 17 febbraio 2012

to whom it may concern


....se ti dovessi collegare dalla Romagna...
....e se magari non te l'ho detto...
....e se magari non lo sai....
....
(scusa, ma son sempre meglio a scrivere che a parlare)

....

giovedì 16 febbraio 2012

jeudi gras...à le macro

e ce la dovremmo fare, a fare quelle chiacchiere di giovedì scorso
della serie "c'erano una volta tre coriste"
....
c'erano e ci sono
una va un po' per la sua strada, ma c'è
le altre lo sanno che c'è
(solo che per vederla tocca organizzare un pranzo)
(che comunque, fa sempre piacere)
(anche perchè al macro, quella là, immagazzina la sua razione settimanale di verdure)
(che poi, spera anche di bilanciarla - la dose di verdure - con fritti e carboidrati, stasera)
(ché....che cavolo, è o non è giovedì grasso, oggi)
....
intanto quella là si sgranocchia dolcetti vari avanzati da ieri, dal compleanno della collega
(per fortuna che va in giro col tram, quella là, e le tocca fare dei bei pezzi a piedi, a quella là)

mercoledì 15 febbraio 2012

che poi....

questa foto è stupenda...
nient'altro da dire


"Si materializzò sulla porta come l'ultimo dei pensieri, quello che non ti capita mai in testa, quello che quando arriva fa "bang", e per qualche minuto hai la mente vuota e non sai pensare ad altro"

martedì 14 febbraio 2012

il solito clichè?...

cli...chè????...
ma se è una cle...ssidra!!!
amore a tempo...
o forever...
buon san valentino!

(consiglio del giorno #1: prendi la persona amata, dille che l'ami, metti un disco e balla con lei)
(consiglio del giorno #2: non farlo solo oggi, fallo sempre)
________________________________________________________________
immagine rubata in rete

aggiornamento delle cinque
commentatori (quali...dove?)....se volete potete suggerirmi un disco da mettere, o raccontarmi quello che metterete voi....dai dai dai...

lunedì 13 febbraio 2012

dove ho messo i moon boot??

venerdì in contatto con l'Inquilino, per gli aggiornamenti sulla neve
sms #1..nevica, ma tutto tranquillo
sms #2...nevica a pallini fini e gelati e fitti
....
poi silenzio stampa
vado a casa, mangiamo e mi siedo davanti al termosifone
e normalmente mi addormento
alle cinque l'Inquilino mi chiama
- dove sei?
- a casa, davanti al termo, e tu?
- io sono tornato prima, che la neve ha attaccato*!
- ah sì?
(esco ed in effetti è così, sta attaccando...uno straterello di neve)
...
arriva l'Inquilino
io non ho fatto la spesa
e non ho neanche voglia di uscire
uscirò domani, penso, per stasera siamo a posto con quello che c'è
(crema di porri e patate, minestrina, cioccolata calda)
....
sabato mattina, in compenso, la neve ci ha invaso, e l'Inquilino e FratelloGemello sgombrano le macchine dalla neve, mentre questa continua a scendere copiosa
la Hunzy deve andare al lavoro, nonostante i trenta centimetri di neve (e FratelloGemello ha sgombrato apposta l'auto per accompagnarla, che quella della Hunzy è bloccata davanti al lavoro da venerdì)
- e la spesa? andiamo? - chiedo all'Inquilino
- dai, un piatto di pasta ci sarà, no?
- ok
(cacio e pepe per l'Inquilino, pasta al tonno e burro per me e il Bastard, un uovo - l'ultimo - in padella)(niente cioccolata calda, che il latte comincia a essere più poco)
...
in compenso, nel pomeriggio il supermercato più vicino è chiuso, il forno anche e quindi....faremo con quello che c'è
ma per fortuna la Hunzi e FratelloGemello ci invitano a cena (sala da pranzo piacevolmente riscaldata dal caminetto....zuppa di verdure, piada con affettati ed erbe cotte, piada con la nutella, birre, vin santo e cantucci e grappe...menù da neve)
(i figli invece sono a cena fuori a piedi, pizza e birre, e neve e neve e neve...)
io e l'Inquilino arriviamo tardi, che nel frattempo un abitante della via (che se non era per la neve, credo non avremmo mai visto) è rimasto intrappolato in un lastrone di ghiaccio con la macchina, e le ruote girano a vuoto, e le catene fanno le scintille sull'asfalto....ma alla fine, un'altra auto che si è fermata in soccorso, un gancio da traino e un po' di spinta, la macchina si sgombra e si va a cena
....
- e domani allora mangiamo da me - dico alla Hunzy - ho un pacco di polenta taragna, delle scatole di fagioli, tu hai un po' di formaggio a mettere nella polenta?
- tieni, ho delle sottilette
- bene
e così, domenica mattina (mentre l'Inquilino e FratelloGemello spalano la neve per la terza volta, e nevica ancora ma non è più la bufera dei giorni prima) mi faccio una doccia, mi vesto, sistemo un po' casa e preparo per il pranzo: quattro litri d'acqua salata (la prossima volta un po' meno), faccio a pezzetti il formaggio che ho (un pezzo di parmigiano, la prossima volta procurarsi formaggi morbidi delle alpi) (oppure il parmigiano, grattugiarlo, che non si scioglie bene a pezzetti), il burro e preparo le sottilette per la polenta; e nella padella nuova antiaderente bianca di ceramica faccio un soffritto di scalogno, ci metto il pomodoro che mi è rimasto (neanche mezzo barattolo) tre scatole di fagioli borlotti (ne ho ancora una di cannellini, magari per oggi.....) sale e pepe e faccio andare....
alla fine la polenta è anche avanzata (stasera la faccio a fette e la ripasso in forno con un sughetto alla carbonara: olio, sale e pepe,salsiccie e pancetta e parmigiano)
i fagioli, invece, puliti (erano venuti proprio buoni)
e poi, ho spacchettato un pacco di natale, e quindi avevamo anche un po' di dolci e il caffè (che sennò avevo finito anche quello)
poi la Hunzi di nuovo al lavoro, FratelloGemello e DiciannovenneSuperQI a casa, io ai piatti, il Bastard al pc (gli porto l'ultima mela), e l'Inquilino sul divano a vedere QuelliCheIlCalcio.
- Inquilino, usciamo un po', che non ne posso più!, Tu almeno hai spalato!!!
- Dai, sento FratelloGemello
e così usciamo,
aperitivo al bar
tranci di pizza appena sfornata dalla pizzeria da asporto
due passi fino a casa
e abbiamo anche la cena
(nel frattempo il bastard ha disegnato una natura morta: una moka di caffè, ciotola con zucchero, tazzina e piattino e cucchiaino...l'altra natura morta che gli è venuta in mente di fare è con arance, spremiagrumi, e un bicchiere...ma ci mancano gli ingredienti...)
...
stamattina caffè per me e caffelatte per l'Inquilino (mezza tazza, il latte è finito)
...
intanto, sono al lavoro, col tram e a piedi...
con ai piedi i miei scarponcini
di para
col tacco

nel frigo ci sono solo 3 limoni...
_____________________________________________________________
*tornare un'ora prima gli ha evitato tutti gli ingorghi successivi di traffico..che uomo!

venerdì 10 febbraio 2012

what's worth*...

...contano le persone che mi vogliono bene, nonostante i miei errori,
   o forse, anche per quelli, di più
...conta l'Inquilino che mi vuole tutta per lui
...conta il Bastard, che conta su di me (oddio!!)
...contano gli amici che sono vicini anche quando non lo sanno
...contano tutti quelli che ho incontrato nella vita
...contano quelli che ci sono e quelli che non ci sono più
...contano quelli che vedo e quelli che non vedo, da tanto o da poco
...conta che le persone a cui voglio bene stiano bene
...conta che nelle vite degli altri sia entrata senza far troppi danni (spero!)
...conta che le cose che ho guastato riescano ad aggiustarsi, col tempo
...conta che da ogni esperienza vissuta, si riesca a farne un tesoro, e migliorare
...conta che dalle cose che ci capitano, sappiamo tenere il buono

______________________________________________________________
*su fb un amico ha pubblicato un album di foto del suo amore, con questo titolo
...e m'ha fatto illuminare il viso...e m'ha ispirato la giornata, ché mi devo ricordare,
sempre, di quello che conta....


p.s. è freddo e prova a nevicare, ma è una buona giornata 

giovedì 9 febbraio 2012

non respiro, non respiro

mi va via il fiato stamattina....
e non sono per niente una brava persona
e non sono per niente una affidabile
e se vi viene in mente di buttarvi all'indietro,
state attenti che dietro non ci sia io a raccogliervi
che non c'è da fidarsi di me
....
(e dire che c'è anche il sole....)
(poi magari starò meglio dopo il pranzo con la Happy al macro)
__________________________________________________
aggiornamento delle undici e mezza
- Pronto Happy?
- Brondo...
- Happy cos'hai?
- B'è veduto il ravvreddore e l'invluenza, sono a gasa....
- Quindi niente macro oggi?
- No.....berò nei brossibi giorni, eh?
- Sì, dai...rimettiti!
....
ecco, così, pranzo con il Bastard (tanto il sugo l'ho preparato da stamattina)
e adesso, caffè
(macchiato, mezza bustina di zucchero, l'altra dopo)

mercoledì 8 febbraio 2012

torna sulla naveeee [cit.]

eh, sì....che in certi momenti bisogna capire qual è il proprio posto...e fare di tutto per rimanerci, e rimanerci bene, e che quelli con te siano al sicuro..sani e salvi.
....
un discorso un po' egoistico?
forse sì
ma forse è anche da egoisti stare un po' sulla nave e un po' sulla scialuppa, perchè si sta comodi in tutti e due i posti (o magari in nessuno dei due, ma non si può star senza), e non si sta bene in uno senza avere l'altro....e non si vuole abbandonare nessuna delle due postazioni...e non si vuole prendere nessuna scelta
....
poi arriva il momento che la scelta la devi prendere, e finalmente sai qual è il tuo posto, e cosa fare per tenerlo, sperando che non ti buttino giù dalla nave e che ti abbiano ancora tenuto il posto...

martedì 7 febbraio 2012

ce la possiamo fare, un giorno alla volta

la neve di Lumacalandia scaldava un po' il cuore
il freddo della City, invece, ti entra dentro e te lo gela....
è che son giorni in cui vorrei solo essere abbracciata
o starmene sotto le coperte rannicchiata
e gli addii sono così difficili
ma a volte difficili e necessari
a volte non necessari, ma inevitabili
e dopo l'addio resta la mancanza
e quindi, niente resta,
che la mancanza cos'è?
è non presenza
è assenza
è vuoto
....
l'unica cosa è il ricordo
il ricordo dei momenti passati
che, come mi ha scritto Peace&Love
"il dolore un giorno lascerà il posto ai dolci ricordi
che fanno rivivere chi abbiamo amato"
....
per ora elaboriamo...